Via libera al Piano degli interventi strutturali urgenti per Casamicciola

Via libera al Piano degli interventi strutturali urgenti per Casamicciola

Approvata la “ricognizione” delle attività anche per gli altri cinque comuni. Legnini: “Il primo vero piano per mettere in sicurezza l’isola e garantire cittadini e imprese”

(cs) A sei mesi dalla violenta alluvione del 26 novembre scorso, Casamicciola Terme ha il suo Piano per il contrasto al dissesto idrogeologico. È stato approvato, infatti, con ordinanza n. 4 del 31 maggio 2023, il Piano commissariale di interventi urgenti per la messa in sicurezza e la ricostruzione, elaborato con il supporto delle Università e dei Centri di Competenza, contenente circa 50 interventi per un investimento complessivo da 138 milioni di euro. Le somme attualmente disponibili sono circa 60 milioni, di cui 40 milioni già stanziati dal governo con il cosiddetto “Decreto-Ischia” e 20 milioni provenienti dalla contabilità speciale del Commissario straordinario per l’emergenza Ischia. Si tratta del primo Piano per la mitigazione del rischio idrogeologico che fa seguito – come previsto dall’articolo 5-ter, comma 2, del decreto-legge n. 186 del 2022, modificato con la legge di conversione n.9 del 2023 – al Piano degli interventi di somma urgenza.

Con l’ordinanza è stata approvata anche la ricognizione degli interventi e delle risorse impiegate e disponibili contro il dissesto idrogeologico afferenti al territorio degli altri cinque Comuni dell’isola di Ischia. Si tratta di una serie articolata di 76 interventi che prevedono un investimento complessivo di 176,724 milioni di euro ed è stata elaborata raccogliendo le indicazioni provenienti dal Comuni e il confronto con la struttura del Commissario. Come previsto dal decreto-Ischia, il Piano degli interventi urgenti per la sicurezza e la mitigazione del rischio idrogeologico, predisposto dal Commissario, con gli stanziamenti attualmente previsti, riguarda solo Casamicciola. Per gli altri Comuni, il decreto assegna al Commissario solo l’attività di ricognizione degli interventi per i quali Governo e Parlamento dovranno successivamente pronunciarsi per completare lo stanziamento.

Nello specifico, il corposo e articolato documento con gli Interventi per Casamicciola, recepisce gli esiti degli studi effettuati dai Centri di competenza insieme con i Dipartimenti universitari e la Struttura Commissariale, che hanno individuato ben 42 interventi, di cui 18 considerati prioritari.

“Esprimo soddisfazione per l’approvazione del Piano e gratitudine per tutte le professionalità e le istituzioni che hanno concorso a predisporlo e approvarlo – ha commentato il Commissario Delegato, Giovanni Legnini – Disponiamo oggi non soltanto del Piano degli interventi di somma urgenza realizzati, in corso o da avviare ma anche del Piano organico e ben strutturato per mettere in sicurezza il territorio di Casamicciola e affrontare le situazioni di maggiore criticità idrogeologica relativa agli altri Comuni dell’isola”.

Dopo il visto di legittimità della Corte dei Conti, ha proseguito Legnini, “sarà avviata l’attuazione del Piano, utilizzando i primi 60 milioni di euro disponibili. Ho debitamente informato il Governo sull’andamento del Piano e ho trasmesso tutto al ministro Musumeci, che ringrazio per l’attenzione e l’impegno dimostrato fino ad oggi, per programmare il completamento delle risorse finanziarie necessarie sia per il Comune di Casamicciola sia per gli altri Comuni dell’isola, per la messa in sicurezza del territorio, la ricostruzione post-sisma e le delocalizzazioni”.

Il Commissario ha, infine, sottolineato che “il valore del piano risiede nella profondità delle analisi e degli studi predisposti dalle Università, che hanno messo in campo le migliori risorse accademiche e nel fatto che si tratta del primo vero piano per garantire la sicurezza del territorio e quella dei cittadini e delle imprese del Comune di Casamicciola e degli altri Comuni dell’isola”.

250 Visualizzazioni
Redazione

Redazione