ISCHIA, FIRMATA L’ORDINANZA PER GLI INDENNIZZI AD AUTO E MOTO DANNEGGIATE DALLA FRANA

ISCHIA, FIRMATA L’ORDINANZA PER GLI INDENNIZZI AD AUTO E MOTO DANNEGGIATE DALLA FRANA

Semplificate anche le procedure per il riutilizzo dei massi e dei tronchi

(cs) – Via libera agli indennizzi per i proprietari dei veicoli danneggiati dalla frana del 26 novembre. E’ una delle novità contenute nell’ordinanza n. 14 firmata dal Commissario straordinario per la Ricostruzione a Ischia, Giovanni Legnini. Le misure di protezione civile non contenevano indennizzi per le autovetture, i motoveicoli e i ciclomotori, analogamente ad altri eventi catastrofici. Erano stati, infatti, previsti indennizzi solo per le autovetture registrate come beni strumentali delle imprese. Con l’ordinanza oggi pubblicata, il Commissario delegato attingendo una somma messa a disposizione dalla Città metropolitana, ha introdotto un contributo una tantum  nella misura massima di 5.000 euro per ogni autoveicolo e di 2.000 euro per ciascun motoveicolo o ciclomotore, nel limite di un autoveicolo e un motoveicolo/ciclomotore per ogni intestatario. Stessi importi anche per i veicoli intestati alle imprese ma, in questo caso, ognuna avrà la possibilità di ottenere un indennizzo fino a tre veicoli. La gestione della misura è stata interamente affidata ai Comuni che dovranno pubblicare un avviso, ricevere le domande su modulo già approvato, istruirle e liquidare l’indennizzo.

Nello stesso provvedimento sono state semplificate le procedure per il riuso dei massi e dei tronchi causati dalle frana del 26 novembre, già previste nell’ordinanza n. 6 del 15 febbraio del 2023. In un’ottica di piena sostenibilità e di economia circolare, questi materiali saranno ceduti gratuitamente ai cittadini e potranno essere riutilizzati per interventi di prevenzione o di tutela del territorio. La novità, su richiesta del Comune di Casamicciola, riguarda la possibilità affidata ai Sindaci di definire liberamente le modalità e le condizioni per la cessione gratuita dei materiali purché destinati agli interventi di messa in sicurezza, con divieto di cessione a terzi. I Comuni dunque provvederanno all’espletamento di tutto l’iter istruttorio e al rilascio del provvedimento relativo al riuso dei materiali sulla base di un provvedimento del Sindaco.

L’Ordinanza consente, infine, ai soggetti attuatori impegnati nelle attività di pulizia e di ripristino degli alvei, la combustione sul posto dei residui vegetali presenti a condizione che sia accertata “la migliore efficienza, efficacia ed economicità dell’operazione rispetto alla rimozione e al trasporto dei residui”. Le attività di combustione controllata saranno affidate a Sma Campania, in ragione della sua esperienza in materia. Le attività di combustione devono essere svolte, si legge nell’ordinanza, “utilizzando mezzi e personale idoneo a garantire la sicurezza delle persone, degli animali e dell’ambiente e la massima salvaguardia delle abitazioni”.

“Le attività finalizzate a superare gradualmente la fase emergenziale post frana proseguono senza sosta – ha commentato il Commissario Straordinario Giovanni Legnini – le ulteriori misure varate vanno nella direzione di accrescere efficienza ed efficacia nella complessa opera di messa in sicurezza del territorio. L’indennizzo per le autovetture è stata costantemente richiesta dai cittadini in questi mesi ma le misure di protezione civile non le contemplavano. Abbiamo inteso fornire una risposta, seppur parziale, utilizzando a tal fine risorse messe a disposizione dalla Città Metropolitana , che ringrazio ,”.

Ischia, 2 ottobre 2023

252 Visualizzazioni
Redazione

Redazione