L’IMPEGNO DELL’ORDINE DEI FISIOTERAPISTI DI NAPOLI – AVELLINO -BENEVENTO – CASERTA A TUTELA DELLA SALUTE DELLE DONNE

L’IMPEGNO DELL’ORDINE DEI FISIOTERAPISTI DI NAPOLI – AVELLINO -BENEVENTO – CASERTA A TUTELA DELLA SALUTE DELLE DONNE

“Il nostro Ordine è al fianco delle donne per sensibilizzarle alla prevenzione e sostenerle nelle cure in tutti i campi della fisioterapia: posturale, muscolo scheletrico, cardiorespiratoria, dermatofunzionale ed uroginecologica”. Con queste affermazioni il Dott. Paolo Esposito, Presidente dell’Ordine interprovinciale dei fisioterapisti di Napoli, Avellino, Benevento e Caserta, ha sottolineato come l’Ordine da lui presieduto è costantemente e concretamente al fianco delle donne nel loro percorso di prevenzione sanitaria affinché, attraverso l’applicazione dei trattamenti fisioterapici e riabilitativi, possano raggiungere un benessere sempre maggiore.

Il Dott PAOLO ESPOSITO

Nei giorni scorsi con la presenza in piazza degli Artisti a Napoli di un proprio gazebo, nel corso della seconda edizione dell’“Isola della Salute”, organizzata dalla 5^ Municipalità Vomero-Arenella, i dirigenti dell’Ordine dei Fisioterapisti hanno messo a disposizione delle donne la loro professionalità trattando vari argomenti, tra cui la problematica dell’incontinenza urinaria come ci spiega la Dott.ssa Melania Di Battista, Consigliere dell’Ordine.

La Dott.ssa Melania Di Battista

“Uno degli argomenti trattati oggi – ha affermato la Dott.ssa Di Battista – è quello dell’incontinenza urinaria. E’ un problema che purtroppo coinvolge una grossa fetta del mondo femminile, ma purtroppo non se ne parla abbastanza perché legato a dei tabù. Il problema dell’incontinenza femminile può essere trattato in diversi modi e la fisioterapia è uno dei mezzi che abbiamo a disposizione, però, purtroppo, è poco conosciuto. Quindi in questa giornata è importante ricordare che le donne non sono sole e che l’incontinenza urinaria non è un problema di cui vergognarsi, ma è un qualcosa di cui bisogna parlare”. Alessandra Cirelli e Luca Cuomo, entrambi Consiglieri dell’Ordine interprovinciale dei Fisioterapisti, sottolineano che per le donne oltre la salute, è necessario salvaguardare anche le pari opportunità.

La Dott.ssa Alessandra Cirelli

“Come Ordine dei Fisioterapisti – sostiene la Dott.ssa Cirelli – il nostro impegno al fianco delle donne riguarda la salute ma anche la tutela delle discriminazioni di genere, quindi le pari opportunità, che sono un argomento sempre più attuale, scottante, e sul quale è necessario lavorare tutto l’anno e non solo nei giorni delle celebrazioni. Bisogna creare una nuova cultura e strumenti legislativi di sostegno alle donne nelle varie fasi della vita lavorativa”.

Il Dott LUCA CUOMO

“Siamo perfettamente concordi – spiega il Dott. Cuomo – nella necessità di dover portare avanti una medicina, una riabilitazione e perché no, una fisioterapia di genere che risponda ai bisogni di ognuno di noi, ai bisogni di ogni cittadino”.

Il Dott CLAUDIO IOVINO

Il Vicepresidente dell’Ordine interprovinciale dei fisioterapisti di Napoli, Avellino, Benevento e Caserta, Dott. Claudio Iovino, evidenzia il dramma delle lunghissime liste di attese che ci sono per l’accesso alla riabilitazione. “In piazza – ha dichiarato il Dott. Iovino – abbiamo raccolto la denuncia dalla cittadinanza avverso le lunghissime liste di attesa che ci sono per l’accesso alla riabilitazione nelle strutture private accreditate.

La Dott.ssa Claudia Mugnai

Ecco, è giunto il momento di cambiare paradigmi. Proponiamo un sistema di presa in carico e anche un sistema di accreditamento diretto per le cure domiciliare nel settore della riabilitazione”.

198 Visualizzazioni
Gennaro Savio

Gennaro Savio

Attraverso la mia attività politica, sociale e giornalistica cerco con impegno ed umiltà di dare quotidianamente voce ai senza voce e agli sfruttati dell’infame società capitalistica. Per migliorare sin da subito le condizioni di vita delle masse popolari e per costruire, in prospettiva, un mondo migliore basato sui valori della pace e sull’uguaglianza economica e sociale di tutti i cittadini.