CASAMICCIOLA ADERISCE AL PROGRAMMA GOL PER RILANCIARE L’OCCUPAZIONE

CASAMICCIOLA ADERISCE AL PROGRAMMA GOL PER RILANCIARE L’OCCUPAZIONE

Il comune di Casamicciola Terme ha aderito al Programma Gol – Garanzia Occupabilità lavoratori, una misura di politica attiva prevista dal Piano nazionale di ripresa e resilienza dell’Italia pensata per favorire il reinserimento lavorativo, introdotta per rilanciare l’occupazione e combattere la disoccupazione, anche attraverso l’attivazione di tirocini di inclusione sociale.
Per questa iniziativa il comune ha sottoscritto una convenzione per l’avvio del tirocinio di inclusione  con la società Tempi Moderni che si occuperà della selezione dei candidati tirocinanti per i profili professionali di seguito indicati:

– n° 5 manutentori del verde;

– n° 5 addetti funzioni di segreteria;

– n° 5 addetti all’accoglienza;

– n° 5 addetti all’assistenza agli utenti;

– n° 1 installatore e manutentore hardware

 Gli aspiranti tirocinanti dovranno essere in possesso dei seguenti requisiti:

1. adesione al Programma GOL – con assegnazione di indice Profiling 104;

2. essere in possesso di una certificazione che attesti la presa in carico presso i servizi sociali professionali o sociosanitari;

Le candidature dovranno pervenire attraverso il portale https://cliclavoro.lavorocampania.it/, accedendo alla sezione “consultazione” e aderendo ai seguenti codici/vacancy:

N. 5 manutentori del verde: 0500024211000000000179227 –

N. 5 addetti funzioni di segreteria 0500024211000000000179229 –

N. 5 addetti all’accoglienza 0500024211000000000179232 –

N.5 addetti all’assistenza agli utenti 0500024211000000000179234 –

N. 1 installatore e manutentore hardware 0500024211000000000179236

Le candidature al Programma Gol potranno essere presentate entro il 31 luglio prossimo

134 Visualizzazioni

PRIMARIA AZIENDA DEL TRASPORTO PUBBLICO RICERCA PERSONALE

PRIMARIA AZIENDA DEL TRASPORTO PUBBLICO RICERCA PERSONALE

Per primaria Azienda del trasporto pubblico, WinTime S.p.A. Agenzia per il Lavoro ricerca: OPERATORI D’ESERCIZIO/AUTISTI – Rif.OPES0724

REQUISITI:

·     Diploma istruzione secondaria superiore di secondo grado

·     Patente di guida di cat. B in corso di validità

·     Patente di guida D e CQC in corso di validità

·     Disponibilità a lavorare su turni

SEDE DI LAVORO: Ischia – Procida – Sorrento.

SI OFFRE: Contratto di somministrazione a tempo determinato per il periodo luglio – settembre 2024.

I/Le candidati/e potranno inviare la propria candidatura esclusivamente attraverso il sito www.wintimelavoro.it.

981 Visualizzazioni

FIRMIAMO PER FAR TORNARE MATTIA A CASA DALLA SUA AMATA MAMMA

FIRMIAMO PER FAR TORNARE MATTIA A CASA DALLA SUA AMATA MAMMA

Il giorno 1 dicembre 2023 alle ore 16.00 i pompieri entravano nell’appartamento dove dimorava Mattia con la mamma e la nonna, sfondando con fragore la porta di ingresso, danneggiandola visibilmente e con l’uso della forza strappavano letteralmente dalle braccia della madre il bambino che urlava e gridava che voleva restare con la madre.

Non c’erano i presupposti per strappare con violenza un bambino alla mamma!

Il Tribunale di Napoli già con Decreto del 5 maggio 2023 aveva sospeso la responsabilità genitoriale della mamma di Mattia e, con Decreto del 15 settembre 2023 disponeva il collocamento di Mattia in casa famiglia con incontri protetti con la madre.

Entrambi i provvedimenti sono stati assunti:

A. Prima della fase istruttoria: senza cioè avere ascoltato i testimoni e i professionisti che avevano in cura il minore, tanto è vero che la prima udienza istruttoria si è tenuta il giorno 27 giugno 2024, nonostante le reiterate richieste della difesa della madre di sentire i testi prima di assumere decisioni così invasive e traumatizzanti per la vita del minore.

Violando apertamente quanto stabilito dalla Cassazione che in una nota ordinanza specifica: Il Giudice di merito è tenuto ad accertare la veridicità del fatto dei suddetti comportamenti utilizzando i comuni mezzi di prova tipici e specifici della materia incluse le presunzioni e a motivare adeguatamente. (Cass. Civ. Ord. 13217/2021)

B. In presenza di allegazioni di violenza che comprendevano:

• i racconti di Mattia: Mattia aveva riferito al personale dell’ospedale Rizzoli (il 23/8/2019), alla CTU, al neurologo, alla sua psicoterapeuta, alla zia materna, alla nonna materna e alla madre, di molestie ad opera del padre e che giustificavano il rifiuto.

• malessere del minore coerente con quanto riferito dal bambino

• la presenza di segni clinici coerenti con quanto dichiarato dal minore

Tali elementi avrebbero dovuto imporre ai giudici prudenza nell’allontanare dal genitore protettivo il figlio, svolgere un’ampia istruttoria per considerare la fondatezza delle allegazioni di violenza (art. 473 bis n. 40-46 c.p.c.) e quindi porre in essere provvedimenti di protezione di Mattia.

C. Con parere contrario della psicoterapeuta di Mattia, che ha seguito il minore per anni, ha scritto in una sua relazione, agli atti, che l’allontanamento dalla figura materna avrebbe rappresentato per il bambino un trauma, ma i giudici non hanno voluto ascoltare in udienza la dott.ssa, né hanno preso in considerazione il suo parere scritto.

D. Con indicazioni contrarie della CTU: la Consulente Tecnico del Giudice, pur avendo riscontrato delle criticità, aveva ritenuto di confermare, nelle conclusioni del suo elaborato, il collocamento del minore presso la madre.

E. Contro quanto stabilito espressamente dalla Corte di Cassazione: come richiamato più volte negli atti difensivi la Corte di Cassazione, in merito agli allontanamenti coattivi e con l’uso della forza, ha scritto: l’esecuzione coattiva del decreto della corte d’appello (…) consistente nell’uso di una certa forza fisica diretta a sottrarre il minore dal luogo ove risiede con la madre, per collocarlo in una casa famiglia (…) non appare misura conforme ai principi dello Stato di diritto in quanto (…) potrebbe cagionare rilevanti e imprevedibili traumi per le modalità autoritative che il minore non può introiettare, ponendo seri problemi (…) in ordine alla sua compatibilità con la tutela della dignità della persona (…) (Cass. Civ. I sez. 9691/2022)

F. Contro il parere dello stesso Tribunale di Napoli: il quale solo quattro mesi prima, nel provvedimento del 5 maggio 2023, scriveva che era necessario mantenere il collocamento presso la madre in quanto – a parere del Collegio – una cesura netta del loro rapporto con il contesto di vita materno nell’attualità, infatti, sarebbe solo inutilmente punitivo per Mattia già così provato (Decreto 5 maggio 2023 pag.7).

G. Secondo finalità manifestamente illogiche: Il collocamento in casa famiglia è stato sostanzialmente disposto per ripristinare il “diritto alla bigenitorialità” ma, pure ammesso, per assurdo, che tale principio possa giustificare la violenza, i traumi inflitti al minore, come si può sostenere il fatto che, proprio in forza del principio della bigenitorialità, si sia sottratto un genitore (la madre) al figlio? E in forza di quale logica tale privazione si protrae oramai da mesi senza che sia anche solo ipotizzato un percorso di rientro a casa?

H. Attraverso la demonizzazione della madre: la figura materna è stata accusata di non collaborare negli incontri protetti che si svolgevano, in un primo momento con il padre e in un secondo momento con le zie paterne; questa sola circostanza è stata sufficiente per giustificare la sottrazione con violenza della figura materna.

Ogni malumore, rivendicazione, legittima protesta o critica di una madre che non si sentiva e non si sente tutelata dalle istituzioni è stata drammatizzata e tradotta alla stregua di comportamenti degni di gravi sanzioni e limitazioni.

La privazione e l’umiliazione della figura materna.

Da quando è stato portato in casa famiglia Mattia ha potuto vedere la madre solo una volta la settimana con incontri protetti.

Gli incontri durano solo un’ora e prevedono la presenza/sorveglianza addirittura di tre e a volte quattro persone che controllano quanto la madre e il figlio si dicono.

Non di rado gli operatori correggono o rimproverano la madre davanti al figlio, fino ad interrompere gli incontri. Martedì 18 giugno 2024 l’Assistente Sociale ha autoritativamente interrotto l’incontro, che era appena iniziato, perchè la madre aveva scattato delle fotografie al figlio.

La madre di Mattia ha protestato e chiesto di poter continuare a stare con suo figlio e l’Assistente Sociale ha chiamato i vigili urbani che sono intervenuti (in divisa) rinnovando il trauma al bambino dell’intervento della forza pubblica. Dal 18 giugno gli incontri tra madre e figlio sono stati sospesi e la PM in ultima udienza ha richiesto che vengano addirittura azzerati tutti i contatti tra madre e figlio.

La madre può effettuare con Mattia tre chiamate alla settimana che vengono ascoltate e monitorate da un operatore.

La madre di Mattia viene trattata alla stregua di una pericolosa criminale con punizioni, controlli, privazione della dignità e dei più elementari diritti di donna e di madre, che non conoscono eguali nella storia italiana.

Anche le madri che hanno commesso veri e gravi delitti hanno maggiori libertà di cura e di visita con la loro prole rispetto a quelli della madre di Mattia, rea di non essere stata collaborativa con i Servizi Sociali nel favorire la bigenitorialità (!).

A tali circostanze si aggiunge il fatto che, secondo la madre, Mattia vive in uno stato di angoscia e paura, soffre le mortificazioni che la madre subisce negli incontri e nelle telefonate, i controlli pervasivi, la privazione dell’affetto più caro e basilare (quello materno) la mancanza di senso e spiegazione per quello che gli è successo e si sta chiudendo emotivamente, mostra regressione nel linguaggio e nel comportamento, astenia, stanchezza e problemi di concentrazione.

Va infine ricordato che Mattia soffre di una insufficienza genetica congenita che può dare luogo ad infiammazioni e crisi acute in stato di stress e che neppure tale circostanza ha indotto le istituzioni ad evitare i traumi e le privazioni inflitte nel nome della bigenitorialità.

Per quanto detto, chiediamo a gran voce:

– che le istituzioni si adoperino per far rispettare i diritti del minore facendo RIENTRARE MATTIA IMMEDIATAMENTE A CASA SUA

– che i professionisti che si occupano del caso vengano sospesi dal caso, in attesa di indagini.

– che vengano indagati i professionisti e le istituzioni che si sono occupate del caso.

– che questa violenza istituzionale cessi subito sia per Mattia che per tutte le vittime che ci sono in Italia.

LINK PER LE FIRME

https://www.change.org/p/firmiamo-per-far-tornare-mattia-a-casa-dalla-sua-amata-mamma?recruiter=1205880246&recruited_by_id=134667b0-b99c-11eb-b827-91a40a9d664a&utm_source=share_petition&utm_campaign=share_petition&utm_term=share_petition&utm_medium=facebook&utm_content=fht-490128921-it-it%3A4

407 Visualizzazioni

STRADA PIAZZA CITARA – POSEIDON INTERDETTA DALLE 21.00 DI OGGI FINO ALLE 06.00 DI DOMANI

STRADA PIAZZA CITARA – POSEIDON INTERDETTA DALLE 21.00 DI OGGI FINO ALLE 06.00 DI DOMANI

Atteso che il tratto di strada di Via G. Mazzella da Piazzale Citara fino ai Giardini Poseidon è interessato da urgenti, improcrastinabili e indifferibili lavori di riparazione di alcune condutture interessate da perdite idriche, che potrebbero rappresentare una situazione di pericolo per la pubblica e privata incolumità. Considerato che è opportuno al fine di consentire il completamento in sicurezza dei predetti lavori, chiudere il tratto di strada al transito veicolare dal piazzale Citara fino ai giardini Poseidon. Si comunica alla cittadinanza, alle strutture ricettive, alle attività commerciali e ai turisti tutti che questa sera (9 luglio) dalle 21.00 fino a domani mattina (10 luglio) alle 06.00 la strada che conduce alla baia di Citara (tratto di strada di Via G. Mazzella da Piazzale Citara fino ai Giardini Poseidon) è interdetta. SI EVIDENZIA CHE IL DIVIETO E’ SIA IN ENTRATA CHE IN USCITA sia per le automobili sia i veicoli a due ruote, pertanto chi posteggia prima della chiusura dovrà attendere la fine del divieto per poter attraversare la strada. Resta consentito l’accesso pedonale.

Link ordinanza: https://asp.urbi.it/urbi/progs/urp/fecore02.sto?DOCORE_testata=2792136&DOCORE_versione=1&FNSTR=DEPIF_DQEZASUQQPBYE_OYDPNAUZK_L._198.PDH&DB_NAME=n201947&ContestoChk=ME

261 Visualizzazioni

VARIAZIONE TEMPORANEA PERCORSO BUS PER GUASTO A CITARA

VARIAZIONE TEMPORANEA PERCORSO BUS PER GUASTO A CITARA

Si informa la cittadinanza che per via del guasto occorso alle tubature nella zona di Citara, i Pullman dell Eav Bus sono impossibilitati a scendere giù la baia, nel tempo necessario per la riparazione il servizio proseguirà direttamente dalla “Fermata Imperial” dirigendosi verso Panza. Appena il servizio sarà ripristinato sarà tempestivamente comunicato.

397 Visualizzazioni

AVVISO: ORDINANZA VIABILITÀ PER CASAMICCIOLA IN FESTA

AVVISO: ORDINANZA VIABILITÀ PER CASAMICCIOLA IN FESTA

Ordinanza viabilità emessa dal comando vigili urbani in relazione alla manifestazione CASAMICCIOLA IN FESTA, in programma ogni mercoledì sera da oggi sino al 25 settembre prossimo.

167 Visualizzazioni

SABATO CASAMICCIOLA RINGRAZIA GLI ANGELI DEL FANGO

SABATO CASAMICCIOLA RINGRAZIA GLI ANGELI DEL FANGO

Sabato 29 giugno alle ore 12.00 sarà scoperta ufficialmente la targa dedicata agli Angeli del Fango, i giovani studenti delle scuole ischitane ed i tanti cittadini che, nei giorni più bui della storia recente di Casamicciola dopo la tragica alluvione del 26 novembre 2022, accesero la luce della solidarietà e della speranza liberando strade e piazze dal fango franato a valle dal monte Epomeo.
Il sindaco Giosi Ferrandino, a nome di tutti i cittadini casamicciolesi, esprimerà la gratitudine agli Angeli scoprendo la targa a loro dedicata (fatta realizzare dall’albergatore Davide Barbieri) ed installata a piazza Bagni, che come si ricorderà è stata una delle zone più colpite dalla terribile calamità naturale.
Subito dopo sarà inaugurata l’area giochi di Piazza Bagni, attrezzata con giochi e piccole giostre donate al comune dal Centro Servizi per il Volontariato della Provincia di Salerno Sodalis grazie alla raccolta effettuata dalla Società Benefit Goodify ed all’interessamento della associazione Casamicciola Viva.
Si invita la cittadinanza a partecipare alla cerimonia.

265 Visualizzazioni

AVVISO COMUNE DI CASAMICCIOLA TERME: DAL 27 TORNANO ATTIVE LE ZTL

AVVISO COMUNE DI CASAMICCIOLA TERME: DAL 27 TORNANO ATTIVE LE ZTL

Dal prossimo 27 giugno saranno riattivate le zone a traffico limitato del comune di Casamicciola che resteranno attive fino al 30 settembre con le seguenti modalità di funzionamento:

Corso Luigi Manzi

– dal 27 giugno 2024 al 30 giugno 2024 e dal 1 settembre 2024 al 30 settembre 2024 tutti i giorni dalle ore 10:30 alle ore 15:00 e dalle ore 18:30 alle ore 24.00, con esclusione dei veicoli autorizzati ai sensi della delibera di G.M. n. 17 del 04/02/2019
– dal 1 luglio 2024 al 31 agosto 2024 tutti i giorni dalle ore 10.30 alle ore 15.00 e dalle ore 18.30 alle ore 01:00 del giorno successivo, con esclusione dei veicoli autorizzati ai sensi della delibera di G.M. n. 17 del 04/02/2019
– dal 1 luglio 2024 al 31 agosto 2024 fermo motori totale anche per i veicoli autorizzati, dalle ore 21.00 alle ore 23.00

Via Parodi

– dal 27 giugno 2024 al 30 settembre 2024 tutti i giorni dalle 10:30 alle 01:00 con esclusione dei veicoli autorizzati ai sensi della delibera di G.M. n. 17 del 04/02/2019
– dal 1 luglio 2024 al 31 agosto 2024 fermo motori totale anche per i veicoli autorizzati, dalle ore 21.00 alle ore 23.00

135 Visualizzazioni

UFFICI CHIUSI DURANTE LO SVOLGIMENTO DEGLI ESAMI AL “TELESE”

UFFICI CHIUSI DURANTE LO SVOLGIMENTO DEGLI ESAMI AL “TELESE”

Si comunica che nei giorni di svolgimento delle prove scritte dell’Esame di Stato, 19 –  20 – 21 giugno 2024, è consentito l’ingresso al solo personale autorizzato e gli uffici sono chiusi al pubblico.

178 Visualizzazioni

CASAMICCIOLA, DA OGGI APERTE LE RICHIESTE PER IL PARCHEGGIO DI VIA MORTITO

CASAMICCIOLA, DA OGGI APERTE LE RICHIESTE PER IL PARCHEGGIO DI VIA MORTITO

A partire da oggi potranno essere inoltrate le richieste per i contratti di concessione dei posti di sosta nel parcheggio di via Mortito.
Le richieste andranno potranno essere presentate presso la sede dell’AmCa srl, in piazza delle Scuole, dal lunedì al venerdì dalle ore 10.00 alle ore 12.00 corredate dai documenti di identità del richiedente e carta di circolazione dei veicolo destinato alla sosta.

214 Visualizzazioni