LA SUA STATUA RESTERÀ PER SEMPRE DI GUARDIA NEL CIMITERO DI PANZA ENRICO MATTERA, NICOLETTA RESTERÀ NELLA STORIA

Marcello de Rosa 
Ricorderete certamente la storia di quella cagnolina di nome Nicoletta, il cui padrone morì e per i suoi ultimi dieci anni di vita, veglio’ la sua tomba. Questa storia fini’ anche in televisione alla RAI, ebbe un successo incredibile a tal punto che questa estate, molte persone volevano vederla. Purtroppo Nicoletta si è addormentata per sempre, Enrico Mattera il papà adottivo, l’ha accudita fino alla fine, fino all’ultimo respiro.
Però la storia non finisce qui, Enrico Mattera assieme alla guerriera Arnalda Iacono, sono riusciti a far sì che, la storia di questo grande amore tra un cane e il suo padrone, non venisse più dimenticata.
Il Sindaco di Forio, Francesco del Deo, ha firmato l’autorizzazione a posare la grande pietra all’ingresso del cimitero panzese. 
Domani, venerdì 30 agosto, alle ore 11:30 presso il cimitero di Panza, si svelerà la statua in pietra di tufo raffigurante Nicoletta.
Durante la cerimonia saranno presenti le autorità, Enrico Arnalda e non per ultimo, Ambrogio Castaldi, l’artista che ha scolpito la statua.
Oggi siamo andati a fare le fotografie del manufatto, in anteprima, su invito di Enrico perché fummo i primi a raccontare al mondo intero questa dolcissima storia.
“In ricordo di Nicoletta dolce cagnolina che ha mai lasciato la tomba del suo padrone dando agli umani una lezione di amore e fedeltà”.
Grazie Nicoletta, Enrico Mattera e Arnalda Iacono

291 Visualizzazioni
Graziano Petrucci

Graziano Petrucci

Laureato in Giurisprudenza alla Federico II di Napoli è iscritto all’Ordine degli avvocati. Giornalista pubblicista, si è perfezionato con un master a La Sapienza in «Geopolitica e sicurezza globale» e ha frequentato il master in «Intelligence e Sicurezza» presso La Link Campus University di Roma. Cura la rubrica «Caffè Scorretto» per il quotidiano di Ischia e Procida Il Golfo. Componente dell’associazione «Studi Tradizionali e filosofici Raimondo Di Sangro» di Napoli che si dedica allo studio delle civiltà del passato per una migliore conoscenza del presente. Scrive brevi racconti per «La rivista intelligente.it». Si occupa di comunicazione.