Forio. Il muro crollato ieri con la mareggiata era solo poggiato sulle fondamenta

Forio. Il muro crollato ieri con la mareggiata era solo poggiato sulle fondamenta

La quiete dopo la tempesta, il sole splende e il mare si è calmato mentre il muro caduto è in bella mostra. Fa tanta rabbia vedere quelle macerie perché si evince senza alcun dubbio che i lavori vennero fatti male, malissimo.

come doveva essere il progetto del muro

Come si vede dalle fotografie, il muro è caduto perché non era a corpo unico con le fondamenta, in pratica era solamente appoggiato sopra.

In questi anni abbiamo rischiato la vita un poco tutti quanti, quel tratto di costa è molto frequentato dai bagnanti che preferiscono le rocce che alle spiagge. Il comune se ne lava le mani scaricando la colpa a Città Metropolitana quando poi a vigilare era proprio lo stesso Ente.

Tutta via Giovanni Mazzella è chiusa al traffico veicolare da entrambi i sensi di marcia perché è tutta la zona ad essere compromessa, ci sono stati altri crolli anche verso lo scoglio degli innamorati e oltre.

Oggi la popolazione di Forio paga lo scotto di un disastro che si poteva evitare semplicemente utilizzando il buon senso. È necessaria la costruzione di scogliere sommerse piramidali da Punta Soccorso fino a sotto Punta Imperatore per salvaguardare le coste che sono il fulcro dell’economia locale.

Chissà se un giorno ci arriveranno.

586 Visualizzazioni
Marcello De Rosa

Marcello De Rosa

Amo la mia terra senza se e senza ma. Scrivo la verità perché la verità ci rende liberi. La mia libertà la conquisto giorno dopo giorno svelando il marcio della nostra società