Porto di Casamicciola: completato il dragaggio nell’area interna, nel rispetto del cronoprogramma dei lavori

Porto di Casamicciola: completato il dragaggio nell’area interna, nel rispetto del cronoprogramma dei lavori

(foto Nunzio Pascale)

Si sono concluse le operazioni di dragaggio del bacino interno del porto di Casamicciola Terme: lunedì 3 luglio è stato completato l’escavo, e il motopontone Stella ha effettuato l’ultimo trasporto di materiale verso il sito marino di dumping. Oggi saranno completati gli interventi di livellamento resisi necessari al seguito delle verifiche topografiche effettuate con metodo multibeam per accertare l’effettiva corrispondenza tra la profondità raggiunta a seguito del dragaggio e quella richiesta dai requisiti progettuali e dal capitolato d’appalto dell’intervento.

Da ieri, sono partiti, inoltre, i lavori di escavo nella parte esterna del porto, per riportare alla piena operatività anche la banchina del molo di sottoflutto, così da poter gestire senza problemi di sorta il traffico diportistico anche delle imbarcazioni con pescaggio più profondo, come ad esempio i megayacht.

Il collaudo finale dell’opera è previsto nei prossimi giorni e subito dopo sarà avviato l’iter per ripristinare il quadro dei collegamenti marittimi di linea, di navi e aliscafi, abitualmente operati da e per Casamicciola.

Il sindaco di Casamicciola, Giosi Ferrandino, e il Commissario delegato per l’emergenza post-frana, Giovanni Legnini, hanno effettuato un sopralluogo sulle aree di cantiere e verificato con i responsabili della ditta appaltatrice dei lavori di escavo, lo stato di avanzamento dell’intervento.

“Credo che siamo sostanzialmente in linea con i tempi previsti per il dragaggio” ha affermato a margine del sopralluogo il sindaco Ferrandino “qualche ritardo è plausibile anche alla luce di quanto è stato trovato sotto il fango durante i lavori; in ogni caso a breve sono certo che potremo riavere il nostro porto in piena operatività e sicurezza”.

Soddisfatto anche il Commissario Legnini: “Siamo riusciti a realizzare in tempi molto rapidi, nel rispetto del cronoprogramma per la parte interna, che è la più rilevante, e con un leggero slittamento per quella esterna. Previo collaudo, l’agibilità del porto potrà rapidamente essere ripristinata. Si tratta di un’attività di dragaggio le cui rapide ed efficaci modalità di definizione, acquisizione dei pareri, approvazione e attuazione sono stati resi possibili grazie alla collaborazione di tutti i soggetti in campo, dalle istituzioni, ai professionisti e alle imprese. Per questo, ringrazio di cuore ciascuno degli attori di un’impresa che si avvia a positiva conclusione grazie al contributo di tutti”.

L’ufficio stampa del Commissario delegato per l’emergenza post-frana

793 Visualizzazioni
Redazione

Redazione